L’antica arte cinese del QIN NA oltre a comprendere tecniche di presa, atte ad immobilizzare l’avversario, vanta una vasta gamma di tecniche di pressione e percussione.

“ QIN NA “ in cinese significa letteralmente “ Afferrare e Controllare “.

Le tecniche di presa, che ne rappresentano la parte fondamentale e basilare, sono studiate per bloccare articolazioni e muscoli, dando cosi la possibilità di gestire l’avversario senza recare danno.

Nella parte più avanzata, invece, hanno luogo tecniche di pressione e percussione che hanno la finalità di paralizzare gli arti o rendere l’avversario privo di conoscenza. Soltanto in casi estremi si può indurre alla morte.

Data la sua elevata efficacia e praticità, quest’arte rappresenta tutt’oggi una parte fondamentale nell’addestramento di polizia ed i migliori corpi speciali.

La più antica arte, evoluta e combinata con moderni stili di combattimento appositamente adattata per i reali pericoli odierni.

Al giorno d’oggi è assolutamente impensabile applicare antichi schemi marziali su moderne tipologie di aggressioni, senza tener conto delle armi dei nostri tempi ( lame varie, bottiglie, e qualsiasi oggetto contundente ).

Ogni tecnica di QIN NA dovrà continuamente essere adattato al vostro aggressore, poiché nessuno sarà mai impassibile al vostro volere.

Ne concludiamo quindi, sottolineando, l’inevitabile “ EVOLUZIONE “ di questa arte in base al tipo di avversario che si fronteggia, luogo dello scontro e numero di aggressori.             

 

Su richiesta possibilità di studiare o approfondire esclusivamente l'arte del QIN NA.

 

 

" Ogni cosa in natura necessita di un’evoluzione, per poter sopravvivere "